giovedì 16 ottobre 2014

La mia lasagna - Tris di pesce,cavolo rosso,mela cotogna e noci brasiliane per la sfida MTC

Ed eccomi qui con  timidi passi ho fatto anche io la mia lasagna per la sfida del n. 42 del MTChallenge  tema della sfida La lasagna al forno di Sabrina Gasparri la vincitrice della sfida di settembre e di conseguenza con lei che ha scelto il tema della sfida .
Sabrina con il suo ricchissimo blog Les Madeleines di Proust è una delle bravissime foodblogger che io ho conosciuto attraverso il MTC e che leggo con piacere.
Adoro Mtc perché mi mette alla prova e per una blogger novice come me è prima di tutto fonte di conoscenza , un' opportunità per imparare e mettermi in gioco e quindi alla prova.
Per tutto questo ringrazio!!!!
Passiamo alla mia esperienza nel fare la mia prima lasagna da capo alla fine .
In mente mille idee ma l'indecisione regnava padrona . Pensavo al pesce ma quale e con cosa non riuscivo a decidere o meglio detto a SENTIRE ....E cosi scelgo di andare al mio mercatino a Km 0 e dal mio pescivendolo di fiducia certa che sarei stata ispirata in loco . Arrivo e come avevo sperato l ' ispirazione si insinua .
Opto dunque per ingredienti di stagione e come sempre di qualità e scelgo : porri , mela cotogna e cavolo rosso per le verdure , un tris di pesce : salmone, orata e branzino , e compro della rubiola di capra , del latte senza lattosio , uova e le noci brasiliane .

Il 90% della mia cucina si basa su pura ispirazione e sul sentire cosa andrà in tavola , poco sulle tecniche ma a breve correggerò un po questo difetto :-).

Premessa : mai fatta la sfoglia e devo dire che è stato un successo personale strepitoso anche perché la mia è gluten free e quindi tanto più difficile .
Devo dire che una volta riuscita la sfoglia ,  le lasagne saranno sicuramente uno dei piatti che farò più spesso e mi sbizzarrirò sempre di più nella scelta dei ingredienti .

Ora andiamo a preparare passo a passo tutto .

PASSO 1 - La sfoglia

Farina mix gluten free - 300g
4 uova + un tuorlo
1 pizzico di sale

Essendo una farina gluten free necessità di un uovo in più e " anche anche"  riguardo alle abituali farine ( 1 uovo a 100 g farina) e questo bisogna dirlo e sottolinearlo .
 Formiamo la nostra fontana ,  mettiamo le uova e il sale e cominciamo ad impastare con le mani energicamente e a lungo . Appena ottenuta una consistenza più elastica possibile ,  mettetela a riposare per 30 minuti nella pellicola e in frigo .
Trascorsi 30 minuti sullo spianatoio cosparso di farina ci mettiamo a tirare la nostra sfoglia con il mattarello .
E' stato un lungo e duro procedimento lavorare questa pasta che non avendo glutine non ha la stessa facilità.... ma la sfida sta proprio qui  e il risultato è stato gratificante e emozionante . Mi ha fatto rivivere dei momenti con la mia nonna quando ero piccolissima e la guardavo per ore , mentre tirava la sfoglia grande quanto il tavolo e sottile quasi trasparente . Tanta pazienza e maestria e i occhi mi si riempiono di lacrime solo a scrivere due parole...mi fermo qui .

Ho tagliato dei rettangoli e ho lasciato la sfoglia ad asciugare .
PASSO 2 - Il ragu di verdura e pesce

La sfida vuole quantità ed io vi li scrivo ma di solito vado sempre a occhio e a sentori .

Salmone fresco - 200
Orata fresca - 100
Branzino fresco- 50
Salmone affumicato bio - 20 g
Prezzemolo - un mazzettino
Olio evo - qb
Porro - 1pz
Mela cotogna -  1pz
Cavolo cappuccio rosso - mezzo cappuccio
Sale integrale -  qb

Invece del classico connubio cipolla, sedano e carota ho usato porro , mela cotogna e cavolo rosso tagliati finemente e che ho fatto andare lentamente in una pentola affinché la loro consistenza è diventata morbidissima . Aggiustiamo di sale .
Ho scelto la mela cotogna per dare contrasto alla dolcezza del porro e del cavolo ed è stata una scelta azzeccatissima e la cremosità perfetta .

Separatamente in una padella con olio aglio, prezzemolo ,  peperoncino e un pizzico di sale , ho saltato il pesce sfumando con del vino bianco . Il pesce l ' ho tagliato finemente a coltello giapponese con il mio Sakai Takayuki .
A fine cottura ho aggiunto del salmone affumicato bio e ho unito tutto pronto per andare a riempire le nostre sfoglie dopo averle fatte bollire in abbondante acqua salata , scollate in acqua ghiaccia e asciugate sulla carta da forno .



PASSO 3 - La salsa legante

Robiolina di capra 150 g
Latte senza lattosio

PASSO 4 - L ' in più

Noci brasiliane qb
Parmigiano reggiano qb

Sciogliamo la robiolina nel latte ottenendo una crema morbida e non molto liquida.


Andiamo a stendere i strati alternando i nostri composti e solo nel ultimo strato e sopra l ' ultimo strato di sfoglia cospargiamo delle noci brasiliane tagliate finemente a coltello e del parmigiano reggiano .
Ora siamo pronti per andare in forno per cca 20 minuti a 180°

Il risultato è stato estremamente soddisfacente e avrei voluto farlo subito sapere al mondo interro e sulla mia pagina ma purtroppo ho impiegato meno tempo per fare che a scrivere .

Un solo rimpianto sempre , quello di non avere abbastanza tempo per questa mia passione e di non poter condividere e interagire di più in questo
Magico mondo .

Spero che questa ricetta sarà del vostro gradimento e che doni il coraggio a chi come me vuole mettersi in gioco .

Enjoy

Con questa ricetta partecipo alla sfida n. 42 del MTChalenge.





Posta un commento