venerdì 31 ottobre 2014

Il crostino toscano sposa il nord e il Calvados



Aperitiviamo anche questo venerdì per il Venerdì del 100% Gluten Free (Fri) Day100%Gluten Free (Fri)Day per Gluten Free Travel& Living???????

 Voulez vous paté avec moi? :-)

Oggi è il turno del crostino toscano o del patè de foie al modo del ..per Incanto .
Sono di adozione toscana e quindi vi posso dire che il crostino toscano è un'eccellenza e un abituè dei famosi apericena che facciamo .

Noi qui invece faremo un paté che si sposa benissimo con le serate fredde in quali abbiamo bisogno di consistenza e abbiamo un buon vino corposo da aprire per abbinarlo .
Io ho scelto un Veneroso del 2011.



Ci procuriamo :
Fegatini di pollo NO OGM
Cipolla di Tropea 1pz
Calvados ( distilato di mele francese) per sfumare
Cetrioli sottaceto
Burro
Olio evo
Prezzemolo 1 mazzettino
Sale integrale
Ginepro ottimo sostituto del pepe
Panini tondi Gluten Free

Procediamo :
Tritiamo finemente la cipolla e la facciamo andare con olio e una noce di burro , in una padella antiaderente , affinché diventa morbida . Aggiungiamo i fegatini puliti del fiele e tagliati a pezzetti , il prezzemolo il ginepro e il sale .
Quando i succhi vengono assorbiti sfumiamo con il Calvados e facciamo evaporare completamente .
Se non riuscite a procurarvi il Calvados , che tra l 'altro è un buonissimo distillato d'Incanto ed io ne sono innamorata ma è raro da trovare , potete sfumare con VinSanto oppure con un 'altro distillato che a voi possa sembrare più affine .
Vi illustro una foto per rendere l 'idea :
La cottura è breve , non più di 15 minuti . Se i succhi vengono assorbiti troppo veloce e la cottura non è pronta potete aggiungere del brodo di pollo , vegetale o un po' di acqua .
Finita la cottura passiamo alla parte finale :
Con una forchetta andiamo a schiacciare i fegatini e amalgamiamo finché otteniamo una pasta fine aggiungendo una noce di burro e aggiustando di sale se necessario .
Alla fine aggiungete una finissima brunoise di cetrioli , mescolate e Voilà , il nostro paté ...per incanto !!!

Per servirli tostate i panini (gluten free) tagliati a dischettini e quando sono ancora caldi stendete un velo generoso del nostro paté e delle fettine di cetrioli come nella foto.

I cetrioli donano freschezza e la scelta arriva sempre dalla mia infanzia quando alla vigilia di Capo d ' Anno preparavamo un ricco buffet per tutta la famiglia mentre aspettavamo la cena e il Nuovo Anno .

Nota 1
Se vi piace l 'aglio prima di aggiungere la cipolla ( all ' inizio della preparazione) insaporite l 'olio e il burro con dell 'aglio in camicia schiacciato che leviamo appena si imbrunisce .

Nota 2
Nella ricetta originale di casa mia si grattugiava del formaggio sopra i crostoni e per chi voleva si aggiungeva del uovo sodo tagliato a rondelle e qualche fettina di salsiccia affumicata...Un ' esplosione di gusti e calorie ma la ricchezza doveva regnare padrona :-)... Erano dei tempi d 'oro e tante intolleranze non esistevano  :-)

Qualche parola al Ginepro


Proprietà benefici del ginepro :

Il ginepro ha numerose virtù : è un antisettico naturale per le vie urinarie e respiratorie (utile per la calcolosi urinaria, per sedare la tosse o come espettorante) .
Ha proprietà antireumatiche quindi l' olio essenziale di ginepro viene utilizzato nei massaggi terapeutici per rilassare i muscoli e tonificare i tessuti connettivi .
Il ginepro è stato sempre considerato della medicina popolare un rimedio naturale per la cura di diversi disturbi .

Ecco quelche indicazione per sfruttare questo prezioso dono della natura  :

Infuso di ginepro : lasciare in infusione per 5 minuti delle bacche di ginepro (15gr) schiacciate in un litro d ' acqua bollente . Bere 2 tazze al giorno per favorire la diuresi, calmare la tosse e purificare le vie urinarie .

Macerato di ginepro : lasciare a macerare per 2 settimane 10 gr di bacche schiacciate in 1 litro di vino bianco con una scorza di limone . Questo macerato assunto dopo pasti ( ne basta un bicchierino) previene bruciori di stomaco e meteorismo .
Olio essenziale di ginepro : è perfetto per un massaggio rilassante ed emolliente , sopratutto se unito a quello di mandorle o di jojoba .

 In cucina era molto usato già dai tempi dei Romani ed è un ottimo sostituto del pepe .
Avendo un sapore acidulo smorzano bene i cibi forti specialmente la selvaggina e i crauti. Molto apprezzate anche per insaporire preparazioni di patate o pesce al cartoccio .

  Buon Venerdì delle streghe, Buon AperiGlutenFree e Buon Week-end!

Posta un commento