mercoledì 24 febbraio 2016

Millefoglie....per Incanto

Millefoglie con pere alla quasi scapece , mazzancolle e capesante marinate al miele , bergamotto , erbette e Drambuie al miele, e tartin di caprino e gorgonzola






Premessa : la ricetta nasce come proposta per il tema del mese che è Il Miele.
Quindi più o meno è andata cosi : Esce il tema del mese e più delle volte i primi giorni le idee non sono per niente chiare e cerco ispirazione dove più penso che posso trovare .
Questa volta ho chiesto ad un amico che sa delle mie partecipazioni a queste sfide a tema, quindi li scrivo e li chiedo : tu cosa faresti? La risposta arriva abbastanza tempestiva con un delizioso quazzetto di gamberi ed ecco che l'idea comincia a prendere contorno .

In realtà i gamberi marinati volevo farli da un po' di tempo ma aspettavo che mi venisse un'idea per personalizzare la ricetta e quindi quale occasione migliore se non questa???
Quindi Evviva  l'MTC ed Eleonora e Michael dal blog Burro e Miele che hanno scelto questo tema e non per ultimo evviva il mio amico che adoro e ci tengo a dirlo.

Ma visto che le proposte del mese sono limitate a due , una dolce ed una salata ed io ne avevo pensato a più di una salata ecco la quasi fusion di due/tre ricette che hanno come ingrediente principale il miele e :

4 mazzangolle
2 capesante
1/2 bergamotto
1 pera Abate
caprino 1 cucchiaino
gorgonzola piccante 2 cucchiaini
erba cipollina
mix erbette ( basilico, cipollina , prezzemolo)
qualche foglio di menta
1 bicchierino di whisky al miele
sale
pepe
2 cucchiai aceto di mele
2 cucchiai olio evo di qualità
2 spicchi d 'aglio

Le dosi sono per due persone e sono per un entré  in una cena di pesce da assaporare in bella compagnia oppure una cena da preparare per chi è aperto a sentire nuovi sapori e ...incanto!

Apprezzo il pesce crudo  di qualità e  in genere le marinature e ho scoperto da poco la combinazione molluschi e gorgonzola e devo dire che sono rimasta piacevolmente sorpresa , quindi ho pensato di portarla anche qui.
Quindi una ricetta che ha come ingrediente principale il  miele che è dolcissimo deve trovare dei ingredienti di contrasto nel loro salato o acido , amaro o piccante , per poter ottenere un gusto equilibrato e perché no esaltare quello che vogliamo far prevalere. Ecco perché la scelta del bergamotto e cipollina in contrasto con il miele , gamberi e capesante anche essi dolci , per la marinatura e quindi per ottenere la parte asprina della nostra millefoglie , l'accetto nelle pere per contrastare il dolce delle pere e ancora miele e per ultimo la parte salata/piccante dei formaggi scelti ad esaltare il tutto .

Prima di partire nella preparazione sarebbe da dire che è molto importante che il miele sia di qualità e che sia giustamente naturale e preferibilmente biologica . Io personalmente non la compro se non la trovo cosi e diversamente ho la fortuna di avere uno zio che la produce, in piccole quantità e per quanto consumo io all'anno quello che ricevo mi basta e avanza. Questa volta non l'avevo e ho comprato una di fiori biologica molto delicata e adatta alla mia ricetta.




Preparazione
In un recipiente di vetro mettiamo a marinare le mazzancolle sgusciate (lasciamo la testa che togliamo solo in'un secondo tempo) e le capesante private dal muscolo,  con del miele , il suco di un 1/2 frutto di bergamotto , l'erba cipollina un bicchierino del whisky , un spicchio di aglio schiacciato del sale e del pepe.
Si lascia a marinare circa un oretta in frigo coperto con la pellicola e nel mentre andiamo a prepariamo le pere .



Laviamo e tagliamo la pera a dischi di spessore possibilmente uguali senza togliere la buccia solo i semi.
Riscaldiamo la piastra e andiamo a grigliarli.

In un recipiente dal fondo piatto e un pò alto che ci permetterà di stendere uno acanto all'altro i nostri dischetti grigliati , ci mettiamo un cucchiaio di miele, i due cucchiai di aceto e i due di olio , un spicchio di aglio schiacciato , la menta e del sale e pepe. Copriamo e lasciamo a riposare per mezzora.

Le mazzancolle una volta marinate, togliamo le teste e le passiamo giusto qualche secondo su una parte e sull'altra sulla piastra . Ugualmente e contemporaneamente anche le capesante e le pere
Togliamo su un piatto e aggiungiamo un filo d'olio evo di ottima qualità

In un piccolo recipiente mescoliamo del caprino con della gorgonzola. La quantità di gorgonzola deve prevalere per dare più corpo al rivestimento che andiamo a dare alle capesante che prima di aggiungerle come la "ciliegina sulla torta" la passiamo nel mix di erbette come nella panatura.


Assemblaggio
Direttamente sul piatto da portata alterniamo i dischi di pera i gamberi, ripetiamo e chiudiamo con la tarin di formaggio con cuore di capasanta


Questa è la mia seconda proposta per la sfida MTChallenge n.54 di febbraio Il Miele 






Posta un commento